Ti trovi qui
Home > Apertura > Litiga con il padre e tenta di ucciderlo

Litiga con il padre e tenta di ucciderlo

CATANIA

Un litigio che gli ha annebbiato la ragione a tal punto da tentare di uccidere suo padre. Ma i carabinieri lo hanno trovato con gli indumenti ancora sporchi di sangue mentre percorreva a piedi via Stazione Motta e così Giuseppe Gullotta, pregiudicato di 20 anni, è stato arrestato.

Prima l’aspro diverbio in famiglia, poi la decisione: «Voglio ucciderlo». Il padre che va via di casa, Gullotta che sale a bordo della sua auto, una Fiat 500, e tenta di investirlo più volte ma a vuoto perché il genitore si fa scudo con le altre macchine in sosta. L’ira lo assale e il ventenne lo raggiunge a piedi con un punteruolo colpendolo tre volte, due alla gamba sinistra e una all’emitorace quindi scappa. Sono gli attimi concitati vissuti ieri in via Galileo Galilei a Motta Sant’Anastasia.

Il padre di Giuseppe Gullotta ha avuto la forza di trascinarsi fino all’ingresso della caserma dei carabinieri e poi si è accasciato a terra. I sanitari del 118 lo hanno soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale Garibaldi di Catania dove è ricoverato in prognosi riservata.

Adesso il giovane pregiudicato deve rispondere di tentato omicidio ed è rinchiuso nel carcere di piazza Lanza.

1 aprile 2017

Articoli Consigliati

Top