Ti trovi qui
Home > Apertura > Report 2016 delle Fiamme Gialle: oltre 3400 controlli fiscali, 6.620 indagini concluse

Report 2016 delle Fiamme Gialle: oltre 3400 controlli fiscali, 6.620 indagini concluse

L’attività operativa della Guardia di Finanza in Sicilia nell’anno 2016, seguendo gli indirizzi fissati dall’Autorità di Governo e dal Comando Generale del Corpo che ne ha delineato le strategie di sviluppo in relazione alle peculiarità dei vari contesti territoriali, ha registrato dati  significativi, sul lavoro investigativo non solo sul patrimonio pubblico, ambientale a culturale, ma anche sul fronte occupazionale, la gestione della Pubblica amministrazione, le frodi e gli interventi  di confisca e sequestri.

Sono 6.620 indagini concluse su richiesta delle Autorità Giudiziaria e Contabile, sono di seguito riepilogati distinti per settore.

L’azione nel comparto tributario in Sicilia si è materializzata in complessivi 3.435 tra controlli e verifiche fiscali, oltre a 582 indagini su contesti di rilievo penale. Tali interventi, conclusi con la scoperta di 829 reati fiscali.

Sono 581 i soggetti risultati completamente sconosciuti al fisco pur avendo svolto attività produttive (evasori totali), mentre 89 sono i contribuenti scoperti che dichiaravano volumi d’affari inferiori alla metà di quelli realmente conseguiti.
Le “frodi all’IVA” individuate, perpetrate attraverso l’interposizione fittizia di imprese fantasma (cd. Cartiera nella fatturazione, ammontano a 114, mentre 58 sono i casi di elusione delle norme che regolano la fiscalità internazionale individuati. Scoperti, infine,  160 responsabili di evasione dei canoni di locazione immobiliare.

Le indagini patrimoniali per assicurare il recupero delle imposte evase, nei confronti dei soggetti responsabili di reati tributari, hanno consentito di pervenire – nell’anno – a sequestri di patrimoni e disponibilità finanziarie per circa 30 milioni €, mentre le proposte di sequestro / confisca di beni complessive ammontano a € 288 milioni.

I controlli mirati al contrasto del lavoro sommerso hanno evidenziato posizioni irregolari per 526 datori di lavoro, risultati utilizzare complessivamente 1.521 lavoratori “in nero” e/o “irregolari”.

Gli interventi a contrasto dell’evasione delle Accise hanno fatto scoprire 264 responsabili della sottrazione fraudolenta all’accertamento dell’imposta di prodotti petroliferi per quasi 33.539 tonnellate. Altre 678 tonnellate di carburanti, destinate alla stessa forma di contrabbando, sono state sequestrate.

Le indagini svolte nel settore della P.A. hanno riguardato: incentivi alle imprese, agli operatori della formazione, alle aziende agricole e della pesca, per complessivi 230 milioni € circa, con 390 indagini concluse segnalando frodi per 127 milioni € e responsabilità penali a carico di 824 soggetti; appalti e forniture pubbliche, per oltre 120 milioni € totali, con 197 investigazioni che hanno evidenziato irregolarità su flussi di spesa pari a 58,5 milioni € e responsabilità penali a carico di 147 soggetti; spesa sanitaria, previdenziale e per prestazioni sociali agevolate, con 958 controlli dai quali sono emersi 2.861 violazioni, per un’indebita spesa pubblica di 22,4 milioni €.

L’aggressione delle ricchezze accumulate con proventi derivanti dai traffici illeciti o da condotte tipicamente mafiose, si è sviluppata in indagini economico-patrimoniali nei confronti di 193 soggetti, di loro familiari e/o prestanome nonché delle imprese agli stessi riconducibili, per un totale di 1.345 persone fisiche e 296 persone giuridiche.

I provvedimenti di sequestro eseguiti su disposizione dell’A.G., in conseguenza di indagini svolte dal Corpo ai sensi delle norme antimafia, hanno riguardato 263 soggetti, cui sono state sottratte risorse (quote societarie e disponibilità finanziarie per 12 milioni €, 465 immobili e 62 aziende), per un valore complessivo di oltre 176 milioni €. 

In esito ai connessi procedimenti giudiziari, inoltre, nel 2016 si è pervenuti alla confisca di beni per complessivi 314 milioni €.

22 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top