Ti trovi qui
Home > Cronaca > “Il cavalcavia della zona industriale deve essere abbattuto”: la denuncia della Ugl

“Il cavalcavia della zona industriale deve essere abbattuto”: la denuncia della Ugl

CATANIA

Anni di segnalazioni, centinaia di incidenti, ma la situazione non cambia. “Quel cavalcavia deve essere abbattuto definitivamente” chiedono a gran voce le circa 50 mila persone che lavorano nella zona industriale di Catania. Parliamo del cavalcavia che collega l’uscita Nord della tangenziale alle più grandi imprese della zona. Una struttura costruita oltre 30 anni fa e sotto la quale passava una linea ferroviaria per il transito di merci. Oggi questo tratto di ferrovia è in totale abbandono, così come il cavalcavia. I tralicci di cemento sono usurati al punto da poter vedere anche al loro interno tutte le lamiere. Nella parte superiore, attraversata da migliaia di persone ogni giono, si intravedono le spaccature di cemento, rattoppate con semplice bitume. Basta osservare lo sprofondamento e la deformazione dell’asfalto per capire le condizioni di pericolo. E tutto questo in una zona che di problemi ne ha già molti.

IMG-20160504-WA0018

«La questione del cavalcavia danneggiato – sottolinea Angelo Mazzeo, segretario provinciale Ugl – è stata attenzionata più volte dalla Ugl, ma senza suscitare l’opportuno provvedimento da parte delle autorità di competenza. Sarebbe necessario l’esecuzione di prove statiche e di carico per valutare la reale tenuta di questo tratto di strada, oggi più che mai trafficata, anche in considerazione delle aziende che sorgono nell’imminenza, quali STMicroelectronics, Pfizer, Zoetis, 3SUN, Micron, Sibeg, Acciaierie di Sicilia e molte altre realtà commerciali, poste, banche. La nostra proposta – conclude Mazzeo – è di abbattere il cavalcavia e costruire una strada dove attualmente c’è la linea ferrata, ormai in disuso».

20 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top