Ti trovi qui
Home > Cronaca > Una mostra di fumetti per raccontare la mafia ai ragazzi

Una mostra di fumetti per raccontare la mafia ai ragazzi

CATANIA

Acireale. Come si racconta la mafia ai ragazzi? Con tavole e stampe che narrano «questa tradizione malvagia che tuttavia fa parte della nostra cultura». Questa l’idea dell’esposizione “La mafia raccontata ai ragazzi” organizzata dall’amministrazione comunale di Acireale, da Etna Comics e promossa dal deputato regionale Nicola D’Agostino, grazie alle opere originali di Lelio Bonaccorso, artista e fumettista messinese e Marco Rizzo, giornalista e sceneggiatore trapanese. La mostra propone una panoramica della produzione artistica di Lelio Bonaccorso che ha saputo tradurre in immagini temi drammatici che non smettono mai di essere attuali. Insieme a Marco Rizzo ha dato vita a graphic novel come “Peppino Impastato – un giullare contro la mafia e Chi si ricorda di Nino Agostino?”. «C’è l’esigenza di raccontare qualcosa anche ai più piccoli – spiega Lelio Bonaccorso – utilizzando metafore semplici per un problema così complesso come quello della mafia». Tutte opere che confermano ancora una volta che la Sicilia è una terra di forti contrasti ma anche terra dove l’arte continua incessantemente a comunicare e a incantare. «Dobbiamo partire dalle giovani generazioni – afferma l’assessore al Turismo, Antonio Coniglio – per parlare con un linguaggio semplice e diretto come quello del fumetto perché come diceva Bufalino “la mafia si lotta con i maestri”».

Mafia

La mostra è stata inserita all’interno del fitto programma di eventi delle “giornate della cultura”. Il fumetto come veicolo per arrivare ai giovani e al grande pubblico. Così come il Carnevale. Da qui l’idea di un gemellaggio tra “Etna Comics”, la fiera internazionale del fumetto in programma a Catania dall’ 1 al 4 giugno, e la fondazione del Carnevale. «E’ un mese ricco di iniziative culturali – dice il sindaco, Roberto Barbagallo – e su temi importanti come la legalità e la lotta alla mafia. Abbiamo iniziato con l’intitolazione della piazza a Peppino Impastato e continuiamo con una mostra dedicata ai ragazzi delle scuole». La mostra sarà aperta tutti i giorni fino al 3 aprile dalle 9.30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:30.

19 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top