Ti trovi qui
Home > Apertura > Catania: parcheggio comunale tra rifiuti e baracche

Catania: parcheggio comunale tra rifiuti e baracche

CATANIA

Un piccolo castello, segno della presenza di qualche bambino. E, poi, tutto intorno il degrado più totale. Rifiuti di ogni tipo, materassi, coperte, vetri sparsi. Una situazione che ha dell’incredibile e tutto questo sotto gli occhi dei residenti e dei commercianti in via S. M della Catena nel cuore del quartiere Cappuccini. Oltre alle automobili quello che salta all’occhio è il degrado di questo piazzale e la presenza di persone che hanno deciso di farne la loro abitazione. Parliamo del parcheggio di proprietà del comune di Catania, da 20 anni in concessione all’ospedale Vittorio Emanuele per i proprio dipendenti. All’inizio un guardiano vigilava le entrate e le uscite, da circa 15 anni è stato lasciato all’abbandono più totale. Dopo diverse segnalazioni il cancello è stato chiuso e viene aperto all’orario di uscita dei dipendenti, ma chiunque può entrare liberamente da una fessura della ringhiera. Uno degli abitanti abusivi entra indisturbato con delle buste in mano. La spesa per la sua famiglia e tra loor anche una donna in attesa. Una situazione segnalata dal presidente della cirocsrzione, ma anche dai residenti e dai commercianti stanchi di ciò che succede ogni giorno. Non riescono neanche ad affacciarsi al balcone di casa. «Queste persone sono un problema per coloro che abitano nei palazzi vicini – spiega il consigliere della prima circoscrizione, Davide Ruffino – perché accendono spesso falò con rifiuti cancerogeni che diffondono nell’area diossina e spesso ci sono risse e rumori». Da un anno è scaduto il contratto tra Comune e Vittorio Emanuele per la concessione, ma la situazione continua. Sulla pianta comunale, inoltre, il parcheggio dovrebbe essere adibito a mercato. «Come circoscrizione – continua Ruffino – avevamo avanzato la proposta di mantenere parte del parcheggio come spazio di aggregazione per i ragazzi del quartiere. E’ un patrimonio che deve essere valorizzato».

18 Marzo 2017

Articoli Consigliati

Top