Ti trovi qui
Home > Apertura > Contro la Buona Scuola, i sindacati: «Un disastro. Troppe ambiguità»

Contro la Buona Scuola, i sindacati: «Un disastro. Troppe ambiguità»

CATANIA

«Ho gli stessi diritti di tutti i bambini, non parlo ma posso imparare tante cose. Lo studio è un diritto anche mio perché sono una persona e non una patologia».

Un messaggio chiaro accompagnato da una carrozzina vuota ha aperto il corteo che questa mattina si è snodato fra piazza Stesicoro a Catania e piazza Teatro Massimo. Docenti, personale ata, studenti e cittadini. Tutti in strada per scioperare contro la legge 107 del 2015.

Una buona scuola che per molti aspetti cade a pezzi, fra fiumi di ambiguità. Roma, Torino, Bologna, Cagliari, Napoli, Bari e quindi Catania. L’obbiettivo è unico: difendere la scuola pubblica, provare a respingere le deleghe e al contempo far cancellare i punti più disastrosi della legge.

E uno dei argomenti più caldi dei giorni scorsi riguarda proprio i disabili. Fra gli otto decreti attuativi in discussione al Parlamento preoccupa proprio il parziale annullamento della legge 104 che colpirebbe i bambini con gravi patologie.

E fra rabbia e proteste, tentano di far sentire la propria voce ad un governo che al momento sembra essere sordo.

17 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top