Ti trovi qui
Home > Cronaca > Fidanzati picchiati ad Aci Castello: l’aggressore si era invaghito di lei

Fidanzati picchiati ad Aci Castello: l’aggressore si era invaghito di lei

CATANIA

Aci Castello. Lui la amava, ma lei stava con un altro. Da mesi la importunava, dalle chiamate agli appostamenti, arrivando fino alle minacce di morte. Così, dopo l’ennesimo rifiuto, ha cercato la sua vendetta organizzando un raid punitivo per il suo rivale tra le vie di Aci Castello. E’ successo nel catanese, dove i carabinieri hanno arrestato un 23 enne con l’accusa di lesioni aggravate.

 Il giovane aggressore, affiancato da due minorenni di 16 e 17 anni che gli facevano da spalla, aveva pianificato tutto: dal pedinamento della coppia alle armi da utilizzare. Così con dei bastoni tra le mani hanno sorpreso i due all’angolo tra via Marconi e vico Anfora dando il via alla violenta aggressione.

 Ad avere la peggio è stato il fidanzato, un 32enne di Aci Catena, che ha riportato diversi traumi, tra cui una frattura al cranio. Visto al tappeto e sanguinante gli aggressori si sono dileguati credendo di aver completato l’opera e così la coppia è riuscita ad allontanarsi rifugiandosi all’interno di uno studio medico lì vicino, dove hanno ricevuto le prime cure dal medico dell’ambulatorio.

Poi la denuncia ai carabinieri e la descrizione degli aggressori. Così i militari si sono messi sulle tracce del terzetto, riuscendo a rintracciarli qualche minuto dopo mentre cercavano senza successo di confondersi tra gli adolescenti che stavano facendo quattro chiacchiere in piazza Maiorana. 

16 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top