Ti trovi qui
Home > Cronaca > Nuovo esposto al dg del Papardo, Michele Vullo. I sindacati a Gucciardi: «Va rimosso»

Nuovo esposto al dg del Papardo, Michele Vullo. I sindacati a Gucciardi: «Va rimosso»

MESSINA

Uil Fpl e Anaao-Assomed hanno presentato un ulteriore esposto in due Procure, rispettivamente di Messina e Palermo, nonché alla Corte dei Conti, per la vicenda del curriculum presumibilmente non corrispondente alla verità, presentato per concorrere alla posizione di manager del nosocomio della Città dello Stretto.
Nella nutrita documentazione esibita, si è infatti sostenuto che il dg non era in possesso dei requisiti richiesti (almeno 5 anni di attività direzionale in qualità di dirigente di strutture complesse), al momento in cui partecipò al bando della Regione Siciliana per la composizione dell’elenco per le direzioni sanitarie e ospedaliere.

In realtà, tra il 2002 e il 2006 Vullo avrebbe avuto solo un incarico con contratto di collaborazione continuativa (Co.Co.Co).

Nel 2002, infatti, a dieci mesi dalla laurea in Scienze Politiche, era stato nominato dirigente Uoc – e non di direzione sanitaria e ospedaliera -, presso l’azienda ospedaliera Santobono-Pausilipon di Napoli, mentre allo stesso tempo in Sicilia era inquadrato come infermiere fino al 2005. Nel 2006 venne inserito nell’elenco dei consulenti ancora del Santobono-Pausilipon, ricoprendo sempre per la medesima Azienda il ruolo di dirigente di unità complessa e, appunto, di consulente.

Nell’esposto sono state allegate le delibere dell’Azienda Sanitaria siciliana presso la quale Vullo operava, ovvero l’Ospedale Sant’Elia di Caltanissetta.

Alla luce di queste nuove carte portate in Procura, i sindacati hanno, inoltre, chiesto all’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, la rimozione di Vullo dal ruolo di dg del Papardo.

La vicenda è recentemente approdata anche presso la Commissione Regionale Antimafia ed è stata oggetto di interrogazioni da parte del deputato nazionale Francesco D’Uva e della deputata regionale Valentina Zafarana, ambedue del Movimento 5 Stelle.

15 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top