Ti trovi qui
Home > Cronaca > Pachino, assalto in una tabaccheria: fermati i due autori

Pachino, assalto in una tabaccheria: fermati i due autori

SIRACUSA

Pachino. I loro volti erano coperti dal passamontagna ma questo non è bastato a garantirgli l’anonimato. Due uomini sono stati identificati e fermati dagli agenti della polizia di Stato perché gravemente sospettati di aver commesso, la sera dello scorso 9 marzo, una rapina in una tabaccheria di Pachino.

Sono Stefano Zocco di 21 anni e Massimo Vizzini di 34, entrambi pregiudicati già noti alle forze dell’ordine. I due, travisati e armati di fucile a canne mozze, hanno fatto irruzione all’interno della tabaccheria facendosi consegnare dal cassiere 6mila euro in contanti e sempre sotto la minaccia di aprire il fuoco, si sono impossessati del portafogli di alcuni clienti.

Giorni di indagini e poi l’esito positivo grazie alle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate all’interno dell’attività commerciale. Le registrazioni sono passate al vaglio degli investigatori e hanno rivelato come i due, già alcune ore prima del colpo, avessero iniziato a prepararsi: si aggiravano davanti la tabaccheria aspettando il momento propizio per l’irruzione, giocherellando con il passamontagna tra le mani. Sono stati due gli elementi fondamentali ai fini dell’identificazione: la macchina utilizzata dai malviventi per darsi alla fuga e i loro indumenti. Gli agenti hanno effettuato una perquisizione all’interno delle abitazioni di Zocco e Vizzini in cui sono stati trovati i vestiti indossati la sera della rapina, riconosciuti grazie alle immagini immortalate dalle telecamere di videosorveglianza, oltre al ritrovamento di diverse migliaia di euro in contanti all’interno dell’auto sulla quale i due malviventi si sono dileguati.

13 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top