Ti trovi qui
Home > Cronaca > La scuola immersa nell’acqua: studenti a rischio se i cedono i solai

La scuola immersa nell’acqua: studenti a rischio se i cedono i solai

CATANIA

Se vi dicessimo che ci sono scuole a Catania in cui gli studenti convivono con l’acqua, non è un’anomalia.
Il 13 febbraio scorso, la IV commissione della 1° circoscrizione si è recata a fare un sopralluogo in via Eugenio Leotta (nei pressi di piazza Palestro) per vedere le condizioni della scuola Don Bosco.

«Insieme agli altri consiglieri – spiega Davide Ruffino – abbiamo incontrato il dirigente scolastico della scuola oltre ad alcune insegnanti. Le condizioni della scuola sembravano buone, a parte le solite criticità che riscontriamo anche in altre scuole, purtroppo però sono rimasto sbalordito quando aprendo un ammezzato sotto le classi dei ragazzi, mi sono accorto che i luoghi erano pieni d’acqua, come se ci fossero state delle grandi piscine. I pilastri della scuola erano immerse in questi laghi d’acqua e sopra cerano i ragazzi, anche se non sono un tecnico mi sono reso conto che tutto ciò non era normale».

Alla luce di quanto visto, il consigliere Ruffino chiede spiegazioni alla preside, che motiva non essere una novità, che esistono delle elettro pompe istallate in passato, che dovrebbero aspirare l’acqua, ma che, essendo rotte da tempo e non potendo essere riparate, il grande lago persiste.

«In alcuni ambienti – continua il consigliere – era evidente l’umidità proveniente dal sottosuolo, ma la mia preoccupazione è che se i solai dovessero cedere, i ragazzi potrebbero ritrovarsi direttamente in acqua. Insieme agli altri consiglieri, attraverso la circoscrizione, stiamo segnalando la questione agli organi competenti; è chiaro però – precisa – che se non dovesse muoversi nulla in tempi brevi, dovrò rivolgermi ai vigili del fuoco».

scuola Don Bosco - Ultimatv

7 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top