Ti trovi qui
Home > Cronaca > Cgil Messina: Giovanni Mastroeni è il nuovo segretario

Cgil Messina: Giovanni Mastroeni è il nuovo segretario

MESSINA

Giovanni Mastroeni è il nuovo segretario della Cgil di Messina. L’elezione è avvenuta ieri, nel corso dell’assemblea generale provinciale all’Hotel Royal, alla presenza del segretario nazionale Cgil e responsabile di organizzazione, Nino Baseotto, e del segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro.

Mastroeni, 56 anni, ha iniziato la propria attività in Cgil nel 1979, ricoprendo importanti incarichi: segretario della Cgil di Milazzo e di Barcellona; segretario generale provinciale della Filcea, della Fillea, della Flai; segretario generale aggiunto della Cgil provinciale; presidente del comitato direttivo della Cgil Sicilia.

Subentra a Lillo Oceano, che ha mantenuto la carica dal 2009 e adesso pronto per un nuovo incarico nella struttura nazionale del sindacato. A lui il riconoscimento di un lavoro pieno d’impegno sia sul fronte della grave situazione produttiva ed occupazionale nella provincia di Messina sia per le tragedie provocate dal dissesto idrogeologico.

«Tutta la provincia di Messina vive a oltre sette anni dall’inizio della crisi uno dei momenti più drammatici dal punto di vista economico ed occupazionale, dal 2008 al 2014 si sono persi oltre 23mila posti di lavoro». Queste le prime dichiarazioni di Mastroeni dopo la proclamazione.

Nel tracciare la sua linea programmatica, il neo segretario Cgil Messina ha detto: «Si rende necessaria una forte iniziativa che mettendo attorno ad un tavolo le Istituzioni, gli Enti locali, le forze parlamentari, l’Università, le Organizzazioni dei datori di lavoro, le Organizzazioni sindacali, il mondo dell’associazionismo, possa dare l’avvio a quella fase progettuale che rilanci il futuro di questa città, per creare opportunità di lavoro e sviluppo».

E’ stata, inoltre, annunciata una nuova fase di assemblee nei luoghi di lavoro e in tutti i comuni della provincia, in vista dei due referendum sull’eliminazione dei voucher e sulla responsabilità solidale negli appalti all’interno della Carta dei Diritti Universali del Lavoro che è all’esame del Parlamento, mirata a ripristinare le tutele cancellate dalle politiche del Governo e ad estendere le garanzie a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori.

Nel corso dell’assemblea è stata ribadita la solidarietà e la vicinanza di tutta la Cgil ai lavoratori ex Servirail, in presidio da giorni a piazza Cairoli.

3 marzo 2017

Articoli Consigliati

Top