Ti trovi qui
Home > Cronaca > Il futuro è nel grafene; Barcellona in pole position ma anche l’Italia

Il futuro è nel grafene; Barcellona in pole position ma anche l’Italia

BARCELLONA

Il grafene diventa sempre più il materiale del futuro. Dalle protesi per disabili fino alla carrozzeria per auto, passando per le connessioni wifi e le nuove super batterie: il grafene, il sottilissimo strato di atomi di carbonio, utilissimo. Lo dimostrano le sue numerose applicazioni tecnologiche in mostra al Mobile World Congress di Barcellona, dove il programma di ricerca europeo ‘Graphene Flagship’ ha organizzato un intero stand: l’Italia è tra i protagonisti, con l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).
L’obiettivo del progetto bandiera sul grafene è quello di «mostrare gli importanti progressi fatti verso la realizzazione di prototipi, con alcuni prodotti già pronti sul mercato: siamo sulla strada giusta per portare il grafene e gli altri materiali correlati dal laboratorio alla produzione industriale», afferma Andrea Ferrari, esperto di nanotecnologie all’Università di Cambridge e presidente del consiglio d’amministrazione del Graphene Flagship Project.

28 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top