Ti trovi qui
Home > Apertura > Anziana strangolata in una casa di cura di Villabate, donna in prognosi riservata

Anziana strangolata in una casa di cura di Villabate, donna in prognosi riservata

PALERMO

Villabate- Strangolata perchè forse è stata scambiata per una gallina. Questa è solo una delle ipotesi sui cui indagano gli inquirenti dopo la segnalazione arrivata ad una casa di riposto a Villabate nel palermitano. Una donna, una settantaduenne, ospite della struttura per anziani, è stata trovata a terra e in fin di vita da sei assistenti della casa che hanno avvertito rumori sospetti nella sala comune. Immediatamente sono scattati i soccorsi con il personale del 118 impegnati a rianimarla dopo un arresto cardiaco. Trasportata d’urgenza all’ospedale Buccheri La Ferla, i medici hanno riscontrato sul collo della donna segni evidenti di strangolamento. Da qui-dicevamo-la segnalazioni alla polizia con la squadra mobile che ora indaga per tentato omicidio. Sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti l’intera residenza sanitaria assistita per ricostruire le dinamiche dei fatti. Dopo aver interrogato il personale della struttura e alcuni pazienti, gli agenti per ora non escludono nessuna ipotesi; nemmeno quella- appunto- dell’aggressione da parte di un ospite, affetto da Alzheimer, che avrebbe tentato di strangolarla dopo aver scambiato la settantaduenne per una gallina.  Un paziente che, spiegano dalla Rsa,  non ha mai dato alcun segno di aggressività in passato. Qualcuno però dice di averlo visto uscire dalla stanza della donna in stato confusionale. Per strangolare l’anziana sarebbe stato utilizzato un filo elettrico della stanza. La vittima adesso è ricoverata nel reparto di rianimazione del Buccheri La Ferla in prognosi riservata.

21 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top