Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Messina, comincia l’era Proto: la squadra cade a Pagani

Messina, comincia l’era Proto: la squadra cade a Pagani

Nel giorno del passaggio societario da Stracuzzi ed Oliveri a Franco Proto, il Messina perde a Pagani per 2-0 e torna a casa a mani vuote. Una squadra, quella di Lucarelli, decisamente con la testa altrove alla fine di una settimana decisamente travagliata.

Una gara, quella degli uomini dell’ex Grassadonia, risolta nel primo tempo con i gol decisivi del match. Di contro dagli uomini di Lucarelli ci si attendeva una reazione nella ripresa che però non è arrivata.

Giallorossi con una difesa rimaneggiata e Mancini dietro le due punte Anastasi e Milinkovic. Al 14esimo è Berardi a dire di no a Bollino al termine di un’azione scaturita da una punizione dei campani. Passa qualche minuto ed ancora i biancostellati ci provano di testa con Bollino ma la palla va a lato non di molto.

E’ il preludio al gol che arriva alla mezzora, Mauri vince una serie di contrasti, serve Alcibiade che in diagonale non sbaglia.

Poco prima dell’intervallo ecco il raddoppio. ALcibiade mette in mezzo, Reginaldo manca la palla e Firenze insacca con un sinistro chirurgico alla destra di Berardi.

Nella ripresa ti aspetti il Messina, i giallorossi si affidano a Milinkovic che in apertura di tempo prova a dare brio ai suoi ma a mancare è la concretezza.

Paganese che si distende in contropiede e sfiora il 3-0. è ancora Firenze ad andare vicino alla rete con un diagonale fuori di poco. Il finale è solo attacchi sterili dei siciliani ed occasioni ghiotte per i campani che però mancano il terzo gol. da evitare l’espulsione di Reginaldo per reazione su Maccarrone. Finisce 2-0 con l’attenzione puntata alle vicende societarie in attesa dell’ufficialità di Proto.

servizio del tg

18 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top