Ti trovi qui
Home > Cultura > Affitta terreno sotto falso nome e coltiva marijuana

Affitta terreno sotto falso nome e coltiva marijuana

ENNA

Lo cercavano da agosto da quando i carabinieri avevano scoperto una coltivazione di marijuana che sul mercato avrebbe prodotto 800 chili di droga. Ma lui aveva affittato quel terreno, nell’ennese, sotto falso nome. E lì coltivava 160 piante di marijuana. Di Antonio Consoli, pluripregiudicato di 45 anni non si avevano notizie dunque.

Era latitante alemeno fino a ieri mattina quando gli investigatori, pedinando i familiari lo hanno fermato mentre circolava a bordo di un’auto vicino Catania e per lui sono scattate le manette ai polsi.

Il suo business era stato scoperto l’11 agosto scorso, quando, in contrada Vallone di Fontana Murata nel comune di Centuripe, i carabinieri hanno arrestato all’interno di una piantagione di cannabis, due coniugi, Alfio D’Antoni e la moglie Corradina Saitta.

E il terreno era proprio quello affittato da Consoli. Nel corso delle successive indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore Stefania Leonte, è infatti emerso che il pluripregiudicato aveva sottoscritto il contratto sotto falso nome. Così nei suoi piani voleva condurre una vita agiata, spacciando.

17 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top