Ti trovi qui
Home > Cronaca > Catania: estrazioni abusive di tufo vulcanico di stampo “organizzato”

Catania: estrazioni abusive di tufo vulcanico di stampo “organizzato”

CATANIA

La DIA di Catania ha effettuato un’ispezione  all’impianto di estrazione nella cava di tufo vulcanico “Cavoni – La Rosa”, in contrada Cavoni, a Palagonia, di proprietà della ditta individuale “La Rosa di Sipala Salvina”. Il controllo della Dia, effettuato in sinergia con il “Gruppo Interforze” e composto, oltre che da un funzionario della Direzione investigativa, da Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza, è finalizzato a prevenire le infiltrazioni mafiose nei cantieri di lavoro.
L’ispezione ha consentito di accertare la presenza sul posto di 100 mila metri cubi circa di materiale estratto abusivamente, con conseguente sequestro dell’area ad opera del Distretto Minerario. I controlli alle aree di cantiere, sono stati effettuati in collaborazione con personale dell’Asp, del Distretto Minerario e del dipartimento ambiente del Libero consorzio comunale di Catania, sono stati effettuati in maniera tale da non ostacolare la normale attività lavorativa. Inoltre, sono stati estesi agli operai ed ai mezzi presenti nella cava.
«Gli assetti societari, i rapporti contrattuali in essere, le maestranze identificate ed i mezzi d’opera individuati – fanno sapere gli investigatori – saranno oggetto di accertamenti e riscontri al fine di rilevare criticità legate ad eventuali condizionamenti da parte della criminalità organizzata».

16 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top