Ti trovi qui
Home > Apertura > Duro colpo alla mafia dei Nebrodi, arrestate 10 persone

Duro colpo alla mafia dei Nebrodi, arrestate 10 persone

MESSINA

In manette i presunti reggenti mafiosi nei territori di Cesarò e Bronte. In manette sono finiti Giovanni Pruiti, fratello dell’ergastolano Giuseppe condannato per associazione mafiosa e omicidio, e di Salvatore Catania conosciuto con l’appellativo di Turi. Secondo gli inquirenti i due sarebbero riconducibili alla mafia rurale dei Nebrodi, recentemente definita dal procuratore generale di Messina Guido Lo Forte come «una delle organizzazioni criminali più antiche e pericolose». A diverse aziende riconducibili alla famiglia Pruiti – che gestisce anche una macelleria nel centro del Comune in provincia di Messina sono stati ritirati alcuni terreni nel parco dei Nebrodi, in passato dati loro in concessione e grazie ai quali hanno ottenuto ricche sovvenzioni dall’Unione europea.

La Procura chiederà la convalida dei fermi nelle prossime ore.

15 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top