Ti trovi qui
Home > Cronaca > Pusher H24 per la “Palermo Bene”: in manette cinque spacciatori

Pusher H24 per la “Palermo Bene”: in manette cinque spacciatori

PALERMO

La droga arrivava a domicilio su ordinazione. Bastava una telefonata. C’era sempre qualcuno di turno. Gli spacciatori assicuravano un servizio “h24”, e se ne vantavano. “Stiamo arrivando”, ripetevano. Anche perché stavano sempre in centro, lì dove c’erano i clienti. Avvocati e commercianti soprattutto, ma anche un assistente di volo. Questo svelano le ultime indagini della squadra mobile diretta da Rodolfo Ruperti. Sono cinque gli spacciatori arrestati questa notte dai poliziotti della Narcotici, cinque giovani (già con precedenti penali specifici) organizzati in due gruppi. La rete di intercettazioni disposta dal sostituto procuratore Maurizio Agnello racconta la cosiddetta “Palermo bene” da un osservatorio molto particolare. I pusher avevano impiantato un vero e proprio call center, un servizio assistenza davvero efficiente, ai due gruppi arrivavano in media 817 chiamate al giorno, un numero impressionante di persone coinvolte, più di 900 clienti, un volume d’affari ingente. Quasi un chilo di cocaina smerciata ogni mese.

Articoli Consigliati

Top