Ti trovi qui
Home > Apertura > Malato di Sla ingannato, promessa falsa cura per migliaia di euro

Malato di Sla ingannato, promessa falsa cura per migliaia di euro

RAGUSA

Promettevano cure miracolose a un malato di Sla e lo avrebbero persino convinto a sospendere quelle tradizionali con il risultato di farlo aggravare.

La polizia di Stato di Modica ha denunciato in stato di libertà, per truffa aggravata, circonvenzione di incapace e sostituzione di persona in concorso, due catanesi che sono riusciti a sottrarre all’uomo 4 mila euro.

L’indagine è partita dalla denuncia del figlio della vittima il quale ha riferito che il padre, di 52 anni, affetto da Sla e già ricoverato in un centro di riabilitazione, era stato truffato da soggetti, alcuni dei quali conosciuti attraverso la posta elettronica. Erano riusciti nel tempo a sottrarre alla vittima diverse migliaia di euro con la promessa di vendere un presunto farmaco sperimentale brevettato negli Stati Uniti, il “GM604”, capace a loro dire di rallentare la progressione neuro-degenerativa.

In più occasioni, con il concorso anche di altre persone, la vittima è stata messa a conoscenza di una presunta battaglia legale in Italia per fare importare dagli Usa il farmaco sperimentale; successivamente è stata convinta all’uso di un ulteriore farmaco cinese e infine indotta all’acquisto di un terzo prodotto a base di Aloe.

Ad ogni consegna di farmaci corrispondeva un preventivo pagamento di somme, quasi sempre tramite l’utilizzo di poste-pay. Al contempo la vittima è stata spinta a interrompere le terapie mediche tradizionali e, dopo avere rifiutato due ricoveri ospedalieri, siè’ aggravata al punto da dovere essere ricoverata in un’altra struttura sanitaria specializzata.

Uno dei denunciati era stato già l’autore di un’altra truffa simile con la quale aveva portato via ad un malato 8 mila euro.

13 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top