Ti trovi qui
Home > Cronaca > Catania: si è insediato il nuovo prefetto, Silvana Riccio

Catania: si è insediato il nuovo prefetto, Silvana Riccio

CATANIA

«Conosco poco Catania ma me l’hanno descritta come una città molto viva, vivace».
Sono le prime parole dette dal nuovo prefetto di Catania, Silvana Riccio, poco dopo il suo atterraggio all’aeroporto Fontanarossa, che oggi si è insediata negli uffici di Palazzo Minoriti. Prende il posto ricoperto da Maria Guia Federico. Oggi pomeriggio l’incontro con la stampa.

«Quella della Prefettura è una funzione di garanzia dei diritti di tutti i cittadini perché rappresenta lo Stato sul territorio – ha aggiunto il neo prefetto – Catania è una sede interessante dal punto di vista professionale e io cercherò di essere quanto più presente possibile».
Laureata in Giurisprudenza all’Università di Napoli nel 1982, Silvana Riccio è stata commissario per il contrasto alla corruzione, prefetto di Rieti e Piacenza e commissario straordinario in tre Comuni sciolti per mafia: Colleferro, Catanzaro e Casoria.
Ha ricoperto anche l’incarico di presidente della commissione straordinaria di San Cipriano d’Aversa e di Casal di Principe, regno dei Casalesi, dopo lo scioglimento per mafia.

Ha tenuto a precisare l’importanza dello scambio di informazioni e la collaborazione reciproca nell’interesse di Catania. Con un pizzico di ironia e il sorriso determinato il neo prefetto rivela da subito di sentirsi come al primo giorno di scuola: «Dovrò studiare tanto per comprendere appieno e dare risposte quanto più certe possibili alle emergenze della città. Datemi tempo, al momento – ha detto – ho solo poche informazioni».

I giornalisti le hanno rivolte domande sull’occupazione, la sicurezza in genere e  negli ospedali in particolare, specie dopo gli ultimi episodi nei Pronto Soccorso catanesi –  il potenziamento della macchina organizzativa. Tutti temi importanti per i quali il prefetto intende avvalersi della collaborazione di tutti gli Enti.

 

 

Articoli Consigliati

Top