Ti trovi qui
Home > Calcio > Palermo, l’annuncio di Zamparini: «A fine marzo cedo agli americani»

Palermo, l’annuncio di Zamparini: «A fine marzo cedo agli americani»

«Il calcio è cambiato, i tempi sono cambiati, la crisi economica continua a mordere. Viviamo in uno stato di guerra. A me sembra di essere in Libano quando la gente attraversava la strada sotto il tiro dei cecchini. Entro la fine di marzo cederò la società a un fondo di investimento americano. I cinesi dovevano farsi vivi dopo il loro Capodanno, caduto il 28 gennaio. Non li ho più sentiti». Così, sulle pagine del ‘Corriere dello Sport’, il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini. «Quando vado a Palermo, incontro gente che mi vuol bene e mi ringrazia per cio’ che ho fatto – spiega il numero uno del club siciliano – Non ho mai perso la speranza della salvezza. Il pareggio di Napoli e la vittoria sul Crotone alimentano questa speranza e non è un caso che, ad incarnarla, sia Nestorovski. Quanto vale oggi? L’abbiamo pagato 500 mila euro, ora il cartellino oscilla fra i 15 e i 20 milioni. Nestorovski è una scommessa vinta. Me l’aveva segnalato un amico che vive in Croazia, lo stesso che ci ha messo sulle tracce di Traikovski e di Posavec. La verità è che i nostri guai sono cominciati con Schelotto. Nel campionato scorso, dopo la rottura con Ballardini, avevo puntato sul tecnico argentino che pero’ non riusci’ a resistere al richiamo del Boca. Da lì, la situazione è diventata sempre più complicata». Zamparini non ce l’ha con l’argentino. Ce l’ha con chi lo insulta: «Oggi, purtroppo, in Rete non ci sono controlli, imperversano la violenza verbale, la cattiveria, l’incultura sportiva. I tifosi del Verona hanno applaudito la loro squadra il giorno in cui e’ retrocessa in serie A e la stessa scena si ripete in Premier League. Questo si chiama rispetto, fair play, educazione».

Articoli Consigliati

Top