Ti trovi qui
Home > Spettacolo > “Art to be actor”: in scena per un momento di riflessione sull’arte dell’attore

“Art to be actor”: in scena per un momento di riflessione sull’arte dell’attore

CATANIA

Martedì 7 febbraio, alle ore 17.30 nel Teatro Machiavelli (in piazza Università 13 a Catania) verrà presentato il progetto “Art to be actor – the experience of Giovanni Grasso”, per la direzione artistica di Marcello Cappelli. Interverranno l’assessore al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Sicilia Anthony Barbagallo, l’assessore alla Cultura e al Turismo del comune di Catania Orazio Licandro, il commissario straordinario del Teatro Stabile di Catania Giorgio Pace, il direttore dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania Giancarlo Magnano San Lio, il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania Virgilio Piccari. Inoltre, interverranno anche Gabriele Sofia, Maître de Conférence in Arti della Scena all’Università di Grenoble Alpes e Bernadette Majorana, professore associato di Discipline dello spettacolo alla Università di Bergamo e verrà presentato il comitato Scientifico composto da Franco La Magna, giornalista, critico e storico cinematografico, Denis Lotti, storico del cinema Università degli Studi di Padova, Stefania Rimini, Docente di discipline dello spettacolo, Facoltà di Scienze Umanistiche Università di Catania, Bernadette Majorana, Gabriele Sofia e Marcello Cappelli.

Alle ore 20.45 avrà luogo il reading di Lucia Sardo “Di Grasso”, tratto dal racconto di Isaak Babel.
A seguire la proiezione del documentario “Sperduti nel Buio” di Denis Lotti (sarà presente l’autore).

Giovanni Grasso rappresenta un’esperienza e un patrimonio importante nel panorama teatrale internazionale del ‘900 e affinché lo si possa rivalutare e valorizzare adeguatamente il progetto “Art to be actor – The Giovanni Grasso Experience” – curato da Marcello Cappelli e realizzato dall’associazione culturale Mandarake – intende da un lato ricostruire il suo percorso seguendo le tappe fondamentali della sua carriera e dall’altro rappresentare un momento di ricerca e di riflessione teorica sulle pratiche teatrali e l’arte dell’attore.

Il progetto prevede attività di laboratorio teatrale diretto da Marcello Cappelli e Lucia Sardo che prenderà il via a fine febbraio, dopo la selezione dei partecipanti, workshop e incontri su diversi approcci dell’arte teatrale tra marzo e maggio (Gennadi Nikolaevic Bogdanov, Fiorenzo Napoli e la Marionettistica Fratelli Napoli, Ferruccio Merisi e Claudia Contin).

Un percorso che, a fine luglio, porterà alla messa in scena in prima nazionale di uno spettacolo ispirato alla vita e all’esperienza artistica di Giovanni Grasso, per la regia di Marcello Cappelli e con Lucia Sardo e gli attori che hanno frequentato i laboratori. A chiudere il progetto sarà il convegno internazionale “L’arte dell’attore: l’esperienza di Giovanni Grasso”.

Il progetto è sostenuto dall’Unione europea attraverso il Programma  Erasmus+ Eac/A/14/15.

7 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top