Ti trovi qui
Home > Cronaca > “Internet Day”: pedopornografia e terrorismo tra i crimini più commessi

“Internet Day”: pedopornografia e terrorismo tra i crimini più commessi

SIRACUSA

Nel “Safer Internet Day 2017”, che quest’anno si terrà martedì 7 febbraio, la polizia postale e delle comunicazioni in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ha organizzato workshop sul tema del cyberbullismo nell’istituto comprensivo “G.A. Costanzo” di Siracusa.

Gli operatori della Postale incontreranno circa 60mila ragazzi in occasione del Safer Internet Day, con lo slogan  “Sii il cambiamento, uniti per un internet migliore”. L’obiettivo delle attività di formazione è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri.

Iniziative come la giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet – ormai celebrata in oltre 100 paesi e da quest’anno anche giornata nazionale sul bullismo e cyberbullismo –  sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, soprattutto adulti, che sono oggi nel nostro paese quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori a un uso sicuro consapevole e responsabile della rete.

«E’ di certo la prevenzione l’arma migliore per sconfiggere fenomeni illeciti in rete quali il cyberbullismo. E la prevenzione più efficace è quella realizzata attraverso i banchi di scuola, con i ragazzi e tra i ragazzi. Per questo motivo la polizia è impegnata da anni in campagne informative nelle scuole o anche nelle piazze d’Italia come quella realizzata con “Vita da Social” che quest’anno farà tappa tra le varie città ad Acicastello e Messina», ha dichiarato il dirigente del compartimento polizia postale e delle comunicazioni per la Sicilia Orientale di Catania.

E le statistiche dell’attività svolta dal compartimento lo scorso anno confermano l’alta attenzione verso i crimini on-line: 3 persone arrestate e 21 denunciate per pedopornografia , con 5000 spazi virtuali monitorati; 581 siti monitorati e 11 persone denunciate per cyber terrorismo; 13 persone arrestate e 95 persone denunciate i materia di scommesse online; mentre per sex extorsion, molestie, minacce, diffamazione e cyberstalking sono state denunciate 48 persone denunciate.

6 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top