Ti trovi qui
Home > Calcio > Spettacolo puro al De Simone, il Siracusa batte in rimonta la Juve Stabia 3-2

Spettacolo puro al De Simone, il Siracusa batte in rimonta la Juve Stabia 3-2

SIRACUSA

Scendevano in campo per il 22° turno di campionato due formazioni a secco di vittorie da diversi turni e desiderose di riscatto, Siracusa e Juve Stabia non hanno tradito le attese e in un “De Simone” adibito a festa, complice anche il gemellaggio tra le due tifoserie, hanno dato vita ad un match spettacolare, che ha visto gli azzurri tornare al successo e battere per 3 a 2 le vespe.

Primo tempo esaltante a Siracusa. Le due compagini si sfidano a viso aperto e al 10’ ecco il primo episodio. Paponi trattenuto in area di rigore e calcio di rigore per gli ospiti. Lo stesso attaccante stabiese si incarica dalla battuta e non sbaglia: 1-0 per gli uomini di Fontana.

Gli aretusei, che hanno ritrovato Catania dopo un turno di stop, sono comunque intraprendenti e al quarto d’ora tentano la sortita offensiva: grande giocata in dribbling di Azzi che penetra in area e prova il tiro a giro col destro, Russo blocca.

La spinta azzurra è crescente e gli uomini di Sottil reclamano anche un rigore per fallo su Turati, ma nel momento migliore dei padroni di casa matura il raddoppio stabiese. Ancora Paponi, al minuto 27, calcia di prima intenzione col sinistro e trova l’euro gol dello 0-2.

Siracusa abbattuto? Niente affatto, passano 60 secondi e la banda di Sottil si rifà sotto, Scardina impatta di testa e accorcia subito le distanze. Il numero 11 avrebbe anche la chance del 2 pari prima della pausa, ma la sfera esce di un pelo al lato di Russo.

Il secondo tempo si rivela pirotecnico come il primo. Passano solo due minuti dall’inizio della ripresa e al termine di una splendida azione corale, Catania non sbaglia e firma il 2-2 che fa impazzire i sostenitori azzurri.

Un giro di lancette e il Siracusa rischia il clamoroso sorpasso. Punizione di Valente e tocco ancora di Catania che la mette dentro ma viene segnalato in offside, gli ospiti si salvano.

IL Siracusa è in pieno controllo di gara e l’uomo più pericoloso è proprio Catania. Il numero 10 però al decimo della ripresa si divora il gol del vantaggio, spedendo sulla traversa un pallone servito da Sciannamè.

Girandola di cambi tra le due compagini e la sensazione è che le emozioni non siano ancora finite. Al 78esimo infatti il forcing degli aretusei viene premiato: Spinelli raccoglie un pallone dal limite dell’area, si coordina e colpisce come meglio non potrebbe: è il 3-2 che fa letteralmente impazzire il De Simone.

Fontana inserisce tutte le sue frecce d’attacco alla ricerca del pari, ma il match del De Simone si chiude con un tripudio di bandiere azzurre. Un grandissimo Siracusa ritorna al successo e si porta a quota 32 punti in classifica.

4 febbraio 2017

Articoli Consigliati

Top