Ti trovi qui
Home > Calcio > Diego Lopez: «Palermo, serve più cattiveria ma io ci credo»

Diego Lopez: «Palermo, serve più cattiveria ma io ci credo»

PALERMO

Un Palermo agonisticamente più cattivo. E’ questo che ci si dovrà aspettare dal nuovo corso rosanero targato Diego Lopez. La parola “cattiveria” è stata più volte pronunciata in occasione della conferenza stampa di presentazione, sia dal nuovo allenatore che dal direttore sportivo Nicola Salerno. E sarebbe una buona base di partenza, anche se bisogna sottolineare che questi giocatori hanno dato l’impressione di aver messo in campo il massimo impegno ma spesso sono stati fermati dai propri limiti tecnici. «Ho visto un gruppo di ragazzi compatto e questo è positivo, in genere quando si vivono queste situazioni ognuno pensa a salvare se stesso – ha dichiarato l’allenatore rosanero – Fisicamente stanno bene, nelle scorse partite ho visto una condizione positiva Cambiamenti tattici? I moduli non fanno la differenza, la differenza la fa la cattiveria. Io voglio una squadra che abbia coraggio e che sia sempre attenta e concentrata». Credere nella salvezza è l’altro elemento indispensabile secondo Diego Lopez: «Ho conosciuto il presidente e ho avuto una grande impressione. Si potrebbe pensare che mi ha fatto un anno e mezzo di contratto per pensare alla prossima stagione, ma non è così, lui ci crede molto e del resto io stesso sono venuto perché ci credo, altrimenti sarei rimasto a casa. Ho avuto altre chance per andare ad allenare e ho preferito aspettare, ma questa e’ una grande opportunità e ho risposto subito positivamente alla chiamata di Salerno».

fonte foto: uscittadipalermo.it

Articoli Consigliati

Top