Ti trovi qui
Home > Apertura > A Pedara è strage di cani, “Ambiente Nostrum”: «Il vero animale è l’uomo»

A Pedara è strage di cani, “Ambiente Nostrum”: «Il vero animale è l’uomo»

CATANIA

La gente non parla, non sa, o forse ha paura di denunciare. Eppure i corpi di quei cani avvelenati, morti in maniera atroce, sono stati trovati da alcuni passanti a pedara, sul ciglio della strada. Un fatto che ormai non stupisce più, entrato a far parte della quotidianità. Soprattutto a Pedara, teatro di barbare uccisioni di animali.

Quella del ranDagismo è una piaga senza fine e forse quelli che non vedono di buon occhio i cani in strada scelgono il veleno come soluzione. Alcuni passanti hanno notati i corpi senza vita degli animali, allertando la polizia municipale. Un gesto barbaro e vigliacco, ad opera di chi certamente non gradisce la presenza degli animali. E la rabbia degli animalisti sale, non trova spiegazioni, non trova soluzioni per mettere fine a queste atrocità. «Noi come associazione “Ambiente Nostrum” ci muoviamo sul territorio per cercare di far adottare i cani randagi e toglierli così dalla strada – dichiara Dario Russo, volontario – Ma non è facile e purtroppo i fenomeni dell’abbandono e dell’uccisione degli animali, hanno poco da essere spiegati. C’è da chiedersi chi è il vero l’animale. Un animale non metterebbe mai del veleno per uccidere altri esseri viventi».

Proprio questa mattina un nuovo caso di avvelenamento. Questa volta si tratta di un solo cane, un cucciolo, trovato anche stavolta in fin di vita sul marciapiede. L’animale è stato subito recuperato dagli agenti e trasportato all’ambulatorio veterinario in attesa di ricevere adeguate cure. La speranza dei volontari è quella di salvarlo, ma secondo i primi esami il cucciolo non ha molte possibilità di sopravvivenza: quando è stato trovato era già in gravissimo, in preda alle convulsioni.

26 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top