Ti trovi qui
Home > Cronaca > La Lorenzin “vigilerà” per garantire la tutela dei Lea ai siciliani

La Lorenzin “vigilerà” per garantire la tutela dei Lea ai siciliani

PALERMO

«Ribadisco il mio apprezzamento per l’Ismett di Palermo», ma «fermo restando il rispetto degli standard previsti in materia di bacini di utenza», la «Regione siciliana avendo una popolazione di 5 milioni di abitanti, dovrebbe presentare una sola unità operativa complessa di cardiochirurgia pediatrica. Spetta esclusivamente alla Regione siciliana assicurare l’effettiva operativa del servizio presso la struttura che, secondo le valutazioni della stessa Regione, sia meglio in grado di assicurare la massima assistenza dei pazienti».
Lo ha affermato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, durante il Question time alla Camera, sulle iniziative per garantire il rispetto dei livelli essenziali di assistenza e il diritto alla salute, con riferimento al centro di III livello di cardiologia e cardiochirurgia pediatrica a Palermo, anche nel quadro del piano di rientro dai disavanzi sanitari.
«L’assessore regionale alla Salute ha riferito che l’Arnas civico di Palermo costituisce il polo regionale per l’assistenza cardiologica pediatrica», ha aggiunto.
«Attraverso il tavolo tecnico appositamente costituito presso il ministero della Salute al fine di verificare gli standard ospedalieri – ha proseguito Lorenzin – vigilerò perché sia garantito e assicurato ai cittadini siciliani il pieno rispetto dei livelli essenziali di assistenza e la piena tutela del diritto alla salute».

25 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top