Ti trovi qui
Home > Altre News > Catania: restituita alla città la scalinata di San Giovanni Li Cuti

Catania: restituita alla città la scalinata di San Giovanni Li Cuti

CATANIA

«Catania può riappropriarsi della scalinata che consente ai pedoni di accedere agevolmente al borgo marinaro di San Giovanni Li Cuti».
Lo ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Bosco in occasione della consegna alla cittadinanza sia della scalinata e sia un’ampia porzione del viale Alcide De Gasperi «che – ha detto – viene riconquistata dopo i lavori per la creazione della galleria artificiale realizzata da Rete Ferroviaria Italiana, insieme con un altro spazio limitrofo al Lungomare».
La galleria è stata realizzata nell’ambito dei lavori di raddoppio della tratta ferroviaria tra le stazioni Centrale e di Ognina al di sotto della sede stradale di via Alcide De Gasperi. Bosco, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha spiegato come il Comune abbia deciso di procedere alla consegna delle aree ripristinate da Rete Ferroviaria a esclusione di una parte in cui si sono verificati allagamenti per insufficienza degli impianti di smaltimento.
«Sia la superficie del viale De Gasperi – ha spiegato Bosco -, sia quella adiacente al Lungomare potranno essere utilizzate come parcheggio compensando così, come promesso dall’Amministrazione ai residenti, il numero di posti gratuiti perduti con la realizzazione della pista ciclabile».
Bosco ha anche ricordato come, grazie all’impegno del sindaco di Catania Enzo Bianco, sia ripartito, grazie alla riassegnazione dei fondi da parte della Protezione civile regionale, il progetto per la realizzazione dell’asse parallelo al Lungomare, il viale De Gasperi appunto, che si era bloccato nel 2006 nella sua fase conclusiva per esaurimento dei finanziamenti.
«Finalmente – ha detto Bosco – siamo riusciti ad avere la ridefinizione del decreto, abbiamo ripreso il progetto esecutivo che adesso avrà bisogno di essere adeguato ai nuovi prezzi stabiliti dalla Regione. Rifatto il capitolato, e sarà questione di pochi giorni, si potrà stilare la determina. Da quel momento i tempi saranno quelli dettati dall’iter burocratico e tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate avranno inizio questi lavori così importanti per la viabilità della zona e per la gestione delle bellezze catanesi».
Alla consegna erano presenti, oltre a Bosco, i rappresentanti di Rete Ferroviaria, la consigliere di Circoscrizione Pina Rapicavoli, il dirigente dei Lavori pubblici Corrado Persico e Rosario Marino dell’Ufficio interventi speciali del Comune.

25 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top