Ti trovi qui
Home > Calcio > Caos Palermo: incubo B, contestazione e… Diego Lopez

Caos Palermo: incubo B, contestazione e… Diego Lopez

Non c’è pace per il Palermo che sta vivendo il suo momento peggiore dell’era Zamparini. Un’altra giornata campale, come quella di ieri e come tante altre se ne sono vissute nel recente passato. Alla fine il club rosanero dovrebbe ripartire dall’uruguaiano Diego Lopez (due esoneri per lui come primo allenatore di Cagliari e Bologna), quarto tecnico stagionale dopo Davide Ballardini, Roberto De Zerbi ed Eugenio Corini. Non è dato sapere quale sarà la missione del nuovo tecnico con una retrocessione in serie B più che probabile, con ben undici punti da dover recuperare all’Empoli quartultimo e con un mercato di gennaio che non sembra destinato a regalare grandi colpi in entrata, ma sicuramente alcuni in uscita come quello di Hiljemark e probabilmente anche Quaison. Si dovrebbe trattare più che altro di una scelta che guarda al futuro, al prossimo torneo cadetto, con un tecnico che già  da questa stagione dovrebbe scegliere gli uomini su cui puntare, anche se raramente questa società ha dimostrato di saper guardare troppo avanti. Sicuramente c’e’ da onorare un girone di ritorno quasi intero, per la dignità della piazza, dei tifosi (che oggi hanno contestato apertamente Zamparini alla ripresa degli allenamenti) e degli stessi giocatori, nonché per la regolarità del campionato di serie A.

Articoli Consigliati

Top