Ti trovi qui
Home > Altri Sport > Calcio a 5: Mascalucia cede al Kamarina e si allontana dalla vetta

Calcio a 5: Mascalucia cede al Kamarina e si allontana dalla vetta

Finisce 7-5 Kamarina – Mascalucia . Un risultato che brucia e non solo per come la gara si è svolta. Gli etnei sciupano molteplici occasioni e non puniscono un avversario che ha avuto il merito di crederci nel momento peggiore degli ospiti. La sconfitta allontana il Mascalucia dalle zone nobili della classifica e, forse definitivamente, dal primo posto.

La gara si apre con ritmi altissimi e non poteva essere altrimenti date le ridotte dimensioni del PalaSantaRosalia di Santa Croce Camerina. A sbloccare il risultato sono i padroni di casa con Bornabò, che batte Sciacca (all’esordio stagionale dopo l’infortunio in settimana di Casablanca) dopo una corta ribattuta. Il Mascalucia reagisce e trova il pari sugli sviluppi di un corner con Finocchiaro, che insacca tutto solo sul secondo palo. I biancazzurri trovano le giuste motivazioni e passano in vantaggio con una magia del migliore in campo, Gigi Marchese, ma Alessandrà pareggia i conti due minuti dopo, sfruttando un errore difensivo avversario. I ritmi sono incandescenti e da un’uscita dal pressing stupenda Buzzanga trova lo spazio giusto per infilare il 3-2. Il primo tempo sembra destinato a chiudersi con tale punteggio ma il Kamarina trova il pareggio quasi a tempo scaduto con Incorvaia e salva così la gara.

Nella ripresa, il Mascalucia entra in campo molto carico e segna subito un gol fenomenale con Marchese, il cui destro al fulmicotone finisce dritto all’incrocio. Il Kamarina si scuote e dopo il palo di Taccia e le strepitose parate di Sciacca, trova il 4-4 con Alessandrà. Dopo un minuto, Buzzanga si inventa una giocata straordinaria e calcia all’incrocio, ma il palo ferma quello che sarebbe stato il gol dell’anno. A questo punto, il Mascalucia si spegne: prima Buzzone e poi due volte Taccia trovano i gol che chiudono la gara e che vanificano il tiro libero realizzato nel finale da capitan Marchese.

Il 7-5 maturato lascia gli etnei al quarto posto, grazie alle sconfitte delle concorrenti ai play-off. Tuttavia, non c’è tempo per piangersi addosso: martedì c’è la trasferta contro la Futura Energia Soverato e la reazione immediata è obbligatoria.

Articoli Consigliati

Top