Ti trovi qui
Home > Apertura > Cara di Mineo: cambio di persone? Un testimone avrebbe visto il bimbo della nigeriana

Cara di Mineo: cambio di persone? Un testimone avrebbe visto il bimbo della nigeriana

CATANIA

Potrebbe esserci stato uno scambio di persona. E’ questa una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti.

«Mi hanno tolto un bambino, mi hanno tolto un bambino». La donna nigeriana di 25 anni continua a ripeterlo all’interno del Cara di Mineo. E’ convinta di quello che afferma e di ciò che ha scritto nella denuncia presentata alla magistratura dopo aver partorito. Lei sapeva di portare in grembo una gravidanza gemellare ma al risveglio, all’ospedale Gravina di Caltagirone, quel 9 dicembre fra le braccia si è trovato solo un figlio. E adesso spunta anche una testimonianza, quella di un’amica della donna che ha dichiarato di aver visto i due gemellini di colore uscire dalla sala parto. Qualcosa non torna dunque. La vicenda al momento rimane avvolta dal mistero mentre la procura di Caltagirone che ha aperto un’inchiesta, indaga.

Una stranezza su tutte salta all’occhio ed è quel tracciato eseguito al pronto soccorso dell’ospedale Santo Bambino. Nella fretta il ginecologo di turno non avrebbe stampato le fotografie ma nella cartella clinica ha parto di feto 1 e feto 2.

E se ci fosse stato uno scambio di persona? Sono molte le domande che allo stato si pongo gli inquirenti e anche l’avvocato della nigeriana, Tommaso Tamburino. Intanto l’Asp sta ricostruendo la lista dei parti registrati quel 9 dicembre scorso per capire se nello stesso giorno abbia dato alla luce un’altra migrante. Adesso la palla passa alla magistratura che dovrà far luce su quanto accaduto.

SERVIZIO DEL TG

17 gennaio 2017

 

Articoli Consigliati

Top