Ti trovi qui
Home > Cronaca > Sabbia nera a San Leone. MareAmico: «Temiamo siano residui di fogna»

Sabbia nera a San Leone. MareAmico: «Temiamo siano residui di fogna»

AGRIGENTO

Una spiaggia, un tratto di spaggia tra le più belle d’Italia, ricoperta da sabbia nera. A denunciare questo panorama è l’associazione MareAmico di Agrigento che in una nota sottolinea preoccupazione per quella sabbia: «Ecco come si presenta la spiaggia del “Ragno d’oro”, a San Leone, dopo l’ultima mareggiata: ricoperta da sabbia nera. Considerato che non abbiamo vulcani attivi nelle vicinanze e visto che proprio quella è la spiaggia dove si sversano abitualmente le acque inquinate in seguito allo scoppio delle fogne, ogni volta che piove. Abbiamo chiesto all’Arpa di analizzare questa sabbia e darci  una spiegazione di quanto sta accadendo». E in una sorta di postilla al comunicato l’associazione aggiunge: «Giova ricordare che la spiaggia in questione risulta ancora oggi posta sotto sequestro dall’Autorità giudiziaria a seguito del grosso inquinamento avvenuto il 1° luglio 2015»
«Questo fenomeno non si è mai verificato in modo così corposo. Temiano siano residui di fogna» – spiega Claudio Lombardo, responsabile provinciale MareAmico.

16 gennaio 2017

 

Articoli Consigliati

Top