Ti trovi qui
Home > Cronaca > Pioggia, vento e gelo: la Sicilia di nuovo sotto la morsa delle correnti polari

Pioggia, vento e gelo: la Sicilia di nuovo sotto la morsa delle correnti polari

Il freddo, come previsto, è tornato. E proprio di freddo sarebbe morto il clochard di 57 anni, trovato senza vita da alcuni passanti in piazza Vespri, a Canicattì, in provincia di Agrigento.
L’uomo, ex calciatore della serie A belga, era rientrato in Sicilia in gravi condizioni economiche, e viveva la sua vita in strada, consumato dall’alcol. Non è il primo drammatico caso e non sarà di certo l’ultimo, quella dei clochard è un’emergenza senza fine. Il freddo prepotente di questo inverno ha causato non pochi disagi, soprattutto ai senzatetto. E dopo la chiusura delle tende riscaldate in piazza della Repubblica a Catania, si è cercato subito un altro luogo sicuro e al riparo dal gelo, proprio in previsione di una nuova ondata di freddo anomalo. Una nuova tendopoli è stata creata in piazza Giovanni Falcone per fronteggiare l’emergenza e assicurare, quanto più possibile, che il freddo non mieta ulteriori vittime. Due roulottes, due tende pneumatiche, gruppi elettrogeni e un’ambulanza. Frutto di una cooperazione tra associazioni di volontariato del coordinamento comunale di Protezione civile.

La settimana inizia con un nuovo vertiginoso calo delle temperature, raffiche di vento, pioggia e neve anche a bassa quota. Secondo i meteorologi siamo di fronte a una tra le più lunghe ondate di maltempo degli ultimi anni.

La temperatura minima su Catania oggi è di 1 grado, ma domani si potrebbe arrivare anche a meno 1 a causa della discesa di una massa d’aria gelida proveniente dal Nord Europa, che ha dato vita ad una bassa pressione sul Mediterraneo.

E insieme al freddo tornano i disagi: interrotti i collegamenti via mare con le Isole Eolie a causa delle avverse condizioni meteo e dei mari molto mossi.
Scuole chiuse in alcuni comuni delle Madonie e nell’Ennese, a causa della probabile presenza di ghiaccio su strada. Palermo è stata colpita da una breve ma intensa grandinata che ha messo in difficoltà pedoni e automobilisti, mentre nell’Agrigentino è emergenza neve: numerose le strade ghiacciate e al momento inagibili. Si consiglia sempre la dovuta prudenza e le catene a bordo dell’auto.

16 gennaio 2017

 

Articoli Consigliati

Top