Ti trovi qui
Home > Cronaca > Ancora sbarchi in Sicilia: anno nuovo… solita vita. Già numeri da record

Ancora sbarchi in Sicilia: anno nuovo… solita vita. Già numeri da record

CATANIA

L’ondata di migranti in arrivo sulle coste siciliane in questo 2017 non sembra avere fine. Sono già numeri da record quelli registrati in queste prime due settimane del nuovo anno. Migliaia le persone recuperate a largo delle coste africane. Gli ultimi sono arrivati ieri al molo Marconi di Messina. Erano 304 e sono stati soccorsi dalla nave Aquarius. A bordo anche due cadaveri. Quasi tutti sono stati trasportati coi pullman alla caserma Gasparro, nella città dello Stretto. Sulla morte dei due migranti indaga la procura.

Ad accoglierli al porto il personale delle forze dell’ordine, della Prefettura, delle associazioni umanitarie e dell’Asp. Alcuni di loro rimarranno a Messina altri saranno spostati in altri centri nel resto del paese.

La nave Aquarius della organizzazione Sos Mediterranee, gestita in partnership con Medici senza frontiere, ha recuperato 193 profughi tutti a bordo di un unico gommone dal quale sono stati recuperati anche i due cadaveri. Una delle vittime dovrebbe essere un minore, identificato da un parente che viaggiava con lui.

Secondo Alexander Moroz, capitano della Aquarius: «195 persone sono un record assoluto, non abbiamo mai soccorso così tante persone a bordo di un solo gommone. Possiamo ritenerci fortunati di aver trovato soltanto due morti su un’imbarcazione dove erano stipati come sardine». Uno dei superstiti è stato colto da malore e subito trasferito in elicottero a Malta.

APPROFONDIMENTO NEL TG

16 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top