Ti trovi qui
Home > Apertura > Il porto di Messina attende l’arrivo di 300 profughi (e 2 salme). Spettacolare intervento. FOTO

Il porto di Messina attende l’arrivo di 300 profughi (e 2 salme). Spettacolare intervento. FOTO

MESSINA

E’ attesa domani alle 12 al porto di  Messina, la nave Aquarius dell’organizzazione umanitaria italo-franco-tedesca Sos Mediterranee, gestita in partnership con MSF, che ha tratto in salvo al largo delle coste libiche 193 profughi, tutti a bordo di un unico gommone. Sul fondo dell’imbarcazione sovraffollata sono stati trovati anche i corpi privi di vita di due uomini della quale si ignora l’età. Ma si sa che una delle vittime sembrerebbe essere un minore, identificato da un parente che viaggiava con lui.
In tutto sarebbero 300 i profughi a bordo della nave Aquarius.
Secondo Alexander Moroz, capitano dell’Aquarius, «195 persone su un solo gommone sono un record assoluto, non abbiamo mai soccorso così tante persone a bordo di un solo gommone. Il nostro record era di 168 persone, durante un salvataggio precedente, e pensavamo che fosse il massimo. Possiamo ritenerci fortunati di aver trovato soltanto due morti, su questa imbarcazione erano stipati come sardine».
Uno dei sopravvissuti, questa mattina è stato colto da malore: rinvenuto privo di sensi durante la distribuzione della colazione, è stato immediatamente evacuato in elicottero a Malta, accompagnato da un parente.

Un momento del saltaggio e trasporto a Malta
Un momento del saltaggio e trasporto a Malta – foto: Italpress

Il salvataggio dei 193 profughi è una delle diverse operazioni di soccorso in difficili condizioni meteomarine nel Mediterraneo Centrale coordinate ieri dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera, a Roma. Secondo quanto è stato dichiarato dalla stessa Guardia Costiera, i migranti tratti in salvo nella giornata di ieri sarebbero circa 550. Sempre ieri, la nave Aquarius ha accolto anche il trasbordo di altri 109 profughi salvati da una nave della Marina militare italiana.
Prima dell’evacuazione di questa mattina erano quindi 302 i profughi in tutto a bordo della Aquarius: 292 uomini e 10 donne, tutti provenienti dall’Africa Subsahariana. Tra loro anche 61 minori, di cui 55 non accompagnati.

14 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top