Ti trovi qui
Home > Cronaca > Frodi alimentari a Palermo: 367 controlli nel 2016 e 57 denunce

Frodi alimentari a Palermo: 367 controlli nel 2016 e 57 denunce

PALERMO

Il Naf – Nucleo antifrodi della Polizia municipale di Palermo nel 2016 ha eseguito 367 controlli finalizzati al contrasto delle frodi commerciali, consumate attraverso la vendita di prodotti alimentari surgelati venduti come freschi. Complessivamente sono state denunciate 57 persone e sono stati eseguiti 65 sequestri: 29 sequestri penali con circa 500 chili di prodotti sequestrati e 36 sequestri amministrativi di attivita’ economiche. Inoltre, in seguito a reclami o esposti da parte di cittadini sono stati accertati 61 casi sospetti. Nel complesso sono state segnalate 69 violazioni penali. Al centro dei controlli sono finiti i locali cucina ed i laboratori di panifici, bar e ristoranti.
Le violazioni più frequenti hanno riguardato la conservazione dei cibi, detenuti in promiscuità privi di tracciabilità e della data di congelamento, in frigoriferi o congelatori malfunzionanti, non in grado di assicurare una temperatura refrigerante adeguata e spesso sudici o con gli scomparti pieni di ruggine. La produzione del ghiaccio alimentare in diversi casi è stata riscontrata a rischio di contaminazione microbiologica, poichè non eseguita secondo le corrette prassi igieniche.
Inoltre, sono stati venduti alimenti congelati come prodotti freschi, senza l’esposizione al pubblico del listino segnaprezzi e la dovuta informazione degli ingredienti utilizzati, al fine di scongiurare eventuale intolleranze alimentari dei consumatori.
«Questi interventi – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando – sono di fondamentale importanza per il contrasto di un fenomeno che è illegale ed anche estremamente pericoloso perchè mette in pericolo la salute dei cittadini. Mai come in questo caso la repressione coincide con la prevezione. Repressione dell’illegalità, prevenzione di pericoli per i cittadini. Un motivo in più per esprimere il nostro apprezzamento per il lavoro svolto dalla Polizia municipale».

13 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top