Ti trovi qui
Home > Apertura > La Sicilia nella morsa del maltempo. Il Codacons: «No alle speculazioni»

La Sicilia nella morsa del maltempo. Il Codacons: «No alle speculazioni»

SICILIA

La colonnina di mercurio aumenta rispetto al weekend dell’Epifania ma le temperature rimangono comunque basse e a quanto pare dovremo abituarci. La Sicilia è ancora stretta nella morsa del maltempo. Per raggiungere i comuni alle falde dell’Etna e in particolare Nicolosi e Linguaglossa le strade a tratti sono ghiacciate e al momento la difficoltà principale è legata alla carenza di sale alla Pubbliservizi, la società partecipata che si occupa proprio della manutenzione delle strade.

Da Catania a Messina: la presenza di ghiaccio è stata segnalata dai carabinieri anche sulla strada provinciale 122 che da Patti conduce a Floresta. A quanto pare infatti, al momento, non è percorribile e si potrà intervenire solo nel primo pomeriggio quando la manutenzione potrà essere effettuata.

Pioggia, vento, freddo. Saltano anche alcuni collegamenti marittimi. La motonave Laurana in servizio sulla rotta Napoli-Eolie-Milazzo e la nave veloce “isola di Vulcano” a causa delle avverse condizioni climatiche hanno saltato gli approdi di Stromboli, Ginostra Vulcano e Salina. Stessa situazione anche sulla rotta Trapani-Egadi dove la motonave Vesta non ha potuto attraccare.

Ad Agrigento, dopo le abbondanti nevicate, continuano gli interventi del Libero Consorzio. Da questa mattina i cantonieri sono all’opera sulla strada provinciale Cammarata Castronovo per spargere sale. Su tutte le strade della zona montana il passaggio è consentito esclusivamente con le catene

Il maltempo mette k.o la Sicilia e non tarda ad arrivare l’allarme di Confvivai-Confcommercio che chiede alla regione di dichiarare lo stato di calamità naturale con interventi di aiuto straordinario a favore del comparto vivaistico. L’ondata di gelo ha causato gravi danni sia alla coltivazione in serra poiché la neve ha provocato il crollo di molte strutture sia fuori serra con la perdita di tutto il prodotto coltivato. Ma anche il Codacons è sul piede di guerra e ha presentato un esposto alle procure siciliane per denunciare intollerabili speculazioni sui prezzi di frutta e verdura.

11/01/17

contattaci per la tua pubblicità allo 095.38.74.26

Articoli Consigliati

Top