Ti trovi qui
Home > Apertura > La rimodulazione della rete ospedaliera siciliana non perderà pezzi. A breve l’ok ai concorsi

La rimodulazione della rete ospedaliera siciliana non perderà pezzi. A breve l’ok ai concorsi

PALERMO

La sanità siciliana, tira un sospiro di sollievo.
Questa mattina infatti, si è svolto un vertice a Palermo presieduto dall’ass.re reg.le alla Sanità Baldo Gucciardi, cui hanno partecipato i direttori generali delle aziende ospedaliere e le varie sigle sindacali di categoria.
Il piano della rete ospedaliera, non farà perdere pezzi alla sanità siciliana. E dopo il via libera dai ministeri dell’Economia e della Salute, si aprirebbero finalmente le porte a concorsi e assunzioni.
Resteranno in atto tutte le strutture sanitarie e ospedaliere, anche se qualcuna cambierà nome. Ma il livello delle prestazioni resterà alto se non migliorabile. Così garantisce l’assessore.
Il documento sulla riorganizzazione della rete ospedaliera dunque, sembra essere stato apprezzato: ora si dovranno attuare davvero i passi per garantire i servizi e valorizzare gli ospedali periferici che per la loro posizione geografica, meritano comunque una centralità.
Insomma la previsione di un miglioramento della sanità regionale sembra avere tutti i presupposti per recuperare il deficit maturato negli ultimi anni, specie nell’emergenza urgenza.
«Sono fiducioso – ha detto l’ass.re Gucciardi – che presto, appena ottenuto il via libera dalla commissione sanità dell’Ars e dal Ministero, potremo avviare quelle assunzioni indispensabili per fornire una migliore assistenza sanitaria ai nostri cittadini».

a-baldo-gucciardi-assessore-refionale-sanita-ultima-tv

E a proposito di servizi e di utenza, il sindaco di Catania, Enzo Bianco ha indetto per giovedì mattina al palazzo degli Elefanti, un incontro sulla sicurezza nelle strutture di pronto soccorso, dopo l’ultimo episodio del medico aggredito al Vittorio Emanuele.

9 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top