Ti trovi qui
Home > Apertura > Catania: sparatoria davanti lo Yorks Club. Fermato un imprenditore

Catania: sparatoria davanti lo Yorks Club. Fermato un imprenditore

CATANIA

Sarebbe stata la convivente del ragazzo rumeno morto durante la sparatoria in via Scuto Costarelli a Catania ad accusarlo e i carabinieri lo hanno fermato. Un imprenditore di 40 anni ha trascorso la notte nel carcere di piazza Lanza. Potrebbe, dunque, esserci una svolta nell’omicidio di sabato notte davanti la discoteca Yorks Club.

Uno sguardo di sfida, una parola di troppo ed è scoppiata la lite all’interno del locale. Poi l’incontro all’esterno della discoteca che si trova nella zona centrale della città, vicino la stazione ferroviaria… quindi i colpi di arma da fuoco e l’uccisione. E’ la moviola di quei terribili momenti vissuti da un rumeno di 27 anni e un marocchino di 24 che sono rimasti coinvolti nella sparatoria. I carabinieri avrebbero fermato un imprenditore di 40 anni.

Non sono ancora chiari i motivi che hanno portato al violento diverbio tanto che le indagando stanno continuando e i militari hanno interrogato anche gli amici dei due giovani. Il ventisettenne, sabato sera, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Vittorio Emanuele di Catania dove è morto ieri mattina.

Il ferito, invece, è stato ascoltato dagli inquirenti e ha confermato l’aggressione ma non è riuscito a fornire alcun dato sostanziale per l’attività investigativa.

Al momento la dinamica della sparatoria non è chiara ma a quanto pare anche il quarantenne fermato è andato al pronto soccorso per farsi medicare il volto e la ragazza, vedendolo, lo ha accusato.

Articoli Consigliati

Top