Ti trovi qui
Home > Apertura > Bimbo di 6 mesi ustionato resta a Biancavilla a causa delle strade ghiacciate

Bimbo di 6 mesi ustionato resta a Biancavilla a causa delle strade ghiacciate

CATANIA

Biancavilla. Un bimbo di appena sei mesi, ustionato dalla sorellina con del latte caldo, non ha potuto raggiungere il reparto Ustioni dell’ospedale Cannizzaro di Catania a causa delle strade ghiacciate.

E ancora: a Santa Maria di Licodia intervento in nottata da parte dei vigili del fuoco dei distaccamenti di Paternò e Adrano: i pompieri sono arrivati in zona Vigne, dove sono rimaste bloccate per il ghiaccio decine di persone che avevano partecipato ad una festa in un locale. Diverse le auto incidentate finite contro i muri della strada intercomunale Cavaliere Bosco, che collega il entro cittadino con la zona alta del territorio licodiese. I vigili del fuoco hanno fatto la spola tra la parte alta della città e il centro cittadino, mettendo in salvo oltre una quarantina di persone. A Castel Di Iudica i pompieri del distaccamento di Paternò sono stati chiamati a intervenire per soccorrere un’ambulanza rimasta di traverso lungo la strada, con il paziente all’interno del mezzo.

Situazione pesante anche a Ragalna dove a causa delle temperature sotto lo zero si è congelata l’acqua nelle tubature rendendo impossibile l’approvvigionamento idrico in buona parte della città.
«Purtroppo le strade sono tutte problematiche quasi fino a Paternò – scrive il sindaco di Ragalna Salvo Chisari attraverso la sua pagina Facebook. Lo spargisale, ieri sera, ha continuato a girare fino alle 22 ma il protrarsi delle avversità atmosferiche e le temperature notevolmente sotto lo zero ne vanificano l’effetto. Stamani è ripreso il servizio ma le previsioni non promettono nulla di buono. Raccomando di non uscire di casa se non vi sono impellenti necessità e, comunque di non farlo senza avere preventivamente montato le catene o gli pneumatici da neve. Mettersi in circolazione senza queste precauzioni può creare seri problemi a se stessi e agli altri».

Da Santa Maria di Licodia il sindaco Salvatore Mastroianni ha lanciato un appello ai suoi concittadini: «Invito tutti i cittadini alla massima prudenza; evitate qualsiasi spostamento in auto se non strettamente necessario e dopo aver montato le catene. Siamo in contatto con la protezione civile per monitorare le condizioni meteo delle prossime ore e conoscerne l’evoluzione. Ovviamente difficoltà anche per il servizio di raccolti dei rifiuti che oggi potrebbe subire interruzioni e rallentamenti, evitate di esporre plastica. La neve crea un’atmosfera sicuramente magica ma porta con sé pericoli quindi non mettiamo a repentaglio la nostra incolumità e quella degli altri».

Scuole chiuse oggi a Adrano come disposto dal sindaco Pippo Ferrante. A Paternò, invece, dove la neve ha fatto la sua ricomparsa dopo 24 anni di assenza, la preoccupazione più viva è quello relativo all’effetto della neve e del gelo sull’agricoltura. Infatti il timore è che se dovessero proseguire le gelate la campagna agrumicola sarebbe del tutto compromessa.

8 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top