Ti trovi qui
Home > Apertura > Meningite in Sicilia, allarme infondato: «Sconsigliato il vaccino “fai da te”»

Meningite in Sicilia, allarme infondato: «Sconsigliato il vaccino “fai da te”»

MESSINA

Meningite, una paura che continua a crescere, anche se soprattutto nella nostra Isola, non esiste un rischio di epidemia. Ieri sera un 65 enne è stato ricoverato al Policlinico di Messina, nel reparto malattie infettive, con i tipici sintomi della malattia. L’uomo si trova adesso in isolamento ed è stato sottoposto a terapia antibiotica. I medici stanno effettuando i dovuti accertamenti per stabilire il ceppo del batterio. Intanto, dalle prime analisi di laboratorio sembra che si tratti di uno streptococco e non di meningococco.

Mentre la donna di 70 anni ricoverata all’ospedale Cervello di Palermo due giorni fa, si trova ancora in gravi condizioni. Anche per l’anziana, colpita da una meningite da pneumococco, e quindi una forma meno pericolosa e invasiva, è stata avviata la profilassi. I casi ci sono, ma secondo il parere dei medici parlare di epidemia e rischio meningite in Sicilia è prematuro.

Il commissario dell’azienda ospedaliera di Messina, Giuseppe Laganga, invita a mantenere la calma precisando che «la casistica rientra nel trend che si registra annualmente». Ma la corsa al vaccino continua e la psicosi meningite cresce rapidamente, alimentata dai nuovi casi. Sotto assedio Asp e farmacie, aumenta così la paura tra i siciliani. Lunghe code, interminabili. C’è chi cerca di eludere l’attesa recandosi in farmacia, con l’intento di acquistare il vaccino anti meningite. Ma i medici sconsigliano di improvvisarsi e affidarsi al “fai da te”. In farmacia il vaccino ha un costo di 154 euro, ma può essere venduto soltanto sotto prescrizione medica. Proprio per questi motivi Giuseppe Laganga Consiglia i cittadini di vaccinarsi rivolgendosi all’Asp di competenza, escludendo l’ipotesi affidarsi alle pratiche casalinghe.

7 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top