Ti trovi qui
Home > Cronaca > Università Catania: scissione nel gruppo politico studentesco Libertas

Università Catania: scissione nel gruppo politico studentesco Libertas

È prevista per febbraio l’elezione del nuovo rettore dell’Università di Catania che condurrà l’ateneo per il sessennio 2017 – 20023. Tre i candidati in lizza per ricoprire la carica, Francesco Basile, Filippo Drago e Enrico Foti.

Ad appena un mese di distanza dalle elezioni una delle associazioni politiche studentesche più note Libertas sta vivendo una scissione al suo interno.

«Il senatore accademico Silvio Mirenna insieme al consigliere della scuola di Medicina Marco Sapienza, i consiglieri di dipartimento, di corso di laurea e delle commissioni paritetiche Giuliana Pennisi, Giovanni Bongiovanni, Alberto Zozzo, Carla Romano, Roberta Tornambene, Enrico Tudisco, Adriano Damigella, Alessandro Moschetti, Romano Galea, Marco Ferlito, Gaia Costanzo, Giorgia Chisari, Guglielmo D’amore, Giorgio Grasso, Fausto Crisma, Alessio Cammarata, Santi Liggieri, Concetta Leocata, Sergio Rotondi, Antonio Toscano, Francesca Furnari, Alessandra Cipria, hanno abbandonato il gruppo Libertas – Liberi e Forti, costituendo una nuova associazione universitaria denominata Libera Università realtà assolutamente indipendente dalle logiche di partito.

L’auspicio del gruppo Libera e l’obiettivo è quello di ritornare a fare una politica universitaria sana e genuina rivolta all’interesse reale delle esigenze studentesche, lontano dalle logiche delle segreterie che non hanno fatto altro che inquinare questo mondo».

Articoli Consigliati

Top