Ti trovi qui
Home > Apertura > L’euro festeggia 15 anni regalandoci prezzi aumentati del 59%

L’euro festeggia 15 anni regalandoci prezzi aumentati del 59%

CATANIA

Una moneta odiata sin dal suo arrivo, reputata la causa scatenante della nostra povertà. L’euro festeggia il suo 15esimo compleanno e dal 2002 ad oggi, secondo uno studio Codacons, i prezzi sono aumentati del 59%.

Da anni ormai l’euro ha preso residenza nei nostri portafogli, ma nella mente degli italiani è ancora vivo il ricordo di quella banconota da 50 mila lire che permetteva di sopperire alla necessità aggiungendo anche il lusso di qualche capriccio. Ma con l’euro tutto è cambiato. Dalla pizza margherita, che un tempo costava 3mila lire e che oggi è aumentata del 103%, ai negozi di genere casalingo che da tutto mille lire si sono rapidamente trasformati in tutto un euro. Più che di aumento, si potrebbe parlare di raddoppio. Lo denuncia il Codacons, che diffonde i dati oggi a distanza di 15 anni dal passaggio dalla lira all’euro.

Dal gennaio 2002 al gennaio 2017 i cittadini italiani hanno subito rincari con punte del +207,7% per la penna a sfera, +198,7% per il tramezzino consumato al bar, +159,7% per un cono gelato. Comprare un giornale costa il 94,8% in più; va meglio con l’espresso al bar che è aumentato del 34,3%, ma attenzione alla classica pizza margherita col 103,9% di aumento.

Gli aumenti di prezzi e tariffe degli ultimi anni hanno determinato una maggiore spesa per gli italiani, pari a 14.183 euro a famiglia, contribuendo alla perdita di potere d’acquisto e all’impoverimento del ceto medio.

Ma ad impressionare di più è il confronto tra i prezzi dei beni di largo consumo dalla lira all’euro. In poleposition il gelato, aumentato del 159%, seguito dai pomodori pelati con il 102% e finendo con le patate che sono aumentate del 93%.

4 gennaio 2017

 

Articoli Consigliati

Top