Ti trovi qui
Home > Apertura > Palermo, sequestro di beni per 1,5 milioni di euro

Palermo, sequestro di beni per 1,5 milioni di euro

PALERMO

Sequestro di beni per 1,5 milioni di euro. Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, a seguito di lunghe indagini ha sequestrato tre aziende, appartamenti, magazzini, veicoli e disponibilità finanziarie per 1,5 milioni, nei confronti di un soggetto “socialmente pericoloso” in quanto ritenuto, sulla base della sua storia giudiziaria, un “evasore fiscale abituale”.

Il sequestro è scattato nei confronti di Giuseppe Damiata, di  61 anni, consulente del lavoro condannato per frode fiscale, truffa, accesso abusivo a sistemi informatici e frode informatica, omesso versamento di contributi Inps e ricettazione. Indagato per plurimi e gravissimi episodi di frode fiscale commesse tra il 2006 e il 2010, Damiata, aveva costituito vere e proprie società di comodo realizzate al fine di evadere le imposte sui redditi e l’Iva.

Le indagini sono state condotte facendo anche ricorso alle informazioni bancarie concesse alla Guardia di finanza e hanno permesso di dimostrare la sproporzione tra il patrimonio posseduto e i redditi dichiarati dall’accusato. Complessivamente sono state posti a sequestro 3 imprese, 13 immobili, 2 veicoli e di 25 fra rapporti bancari e polizze vita.

03 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top