Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Catania, Palermo, Trapani: scatta la sessione di mercato “al risparmio”

Catania, Palermo, Trapani: scatta la sessione di mercato “al risparmio”

Sarà un mercato di opportunità (che tradotto significa mercato al risparmio) e stando a quanto si vocifera, di grande rinnovamento.  Per tutte le squadre siciliane è scattata la caccia al bomber giusto.

E’ proprio il numero 9 l’incognita che manca, per esempio, al Catania di Pino Rigoli. Se da un lato i rossazzurri non possono lamentare particolari problemi difensivi, e fanno della retroguardia un loro punto di forza,  dall’altro è evidente che quando c’è bisogno di buttarla dentro, arrivano i problemi.

Ed è per questo che in casa Catania si ragiona sul prossimo colpo a effetto per l’attacco.  Le partenze ormai scontate di Paolucci, Calil e Piscitella obbligano infatti Lo Monaco a ricercare una punta di peso, un attaccante che possa garantire la doppia cifra in termini realizzativi.

I nomi usciti sono già tanti, ma oltre ai vari Litteri, Pozzebon, Perez e Costa Ferreira, è probabile che sul taccuino dell’ ad etneo ci sia un nome sconosciuto, un mister X magari dal Sudamerica, terra dal quale sono arrivati Bergessio o Maxi Lopez per citare due esempi di rilievo.  Di certo chi arriverà a Catania, dovrà avere tanta fame e, come ha ripetuto più volte lo stesso Lo Monaco, consapevolezza della maglia che indossa.

Chi è invece consapevole della propria delicata situazione è il Palermo.  La formazione di Corini scenderà in campo sabato alle ore 18 a Empoli per dare vigore al suo cammino verso la salvezza, ma per ottenere la permanenza non basterà il solo Nestorovski a tener su la baracca. Anche in questo caso si lavora alacremente sul mercato.

Sfoltire prima e acquistare poi, questo il diktat del club di Viale Del Fante. Le alternative, anche in questo caso per l’attacco non mancano, l’idea Cassano non ha più l’appeal di un tempo,  Maxi Lopez sarebbe un’incognita visto il passato catanese.  Ma, qualora questa mossa si rivelasse di beneficio per il reparto avanzato rosanero, i tifosi chiuderebbero di certo un occhio.

A Trapani più che una punta ci vorrebbe un miracolo. La situazione estremamente deficitaria in campionato rende il cammino degli uomini di Calori tutto in salita, ma a suonare la carica ci ha pensato il presidente Morace, che ha detto di crederci e soprattutto ha lasciato intendere che ci saranno rinforzi.

Il tecnico trapanese vuole un attaccante subito da alternare a Citro e un portiere all’altezza,  Brignoli (di proprietà della Juve) starebbe vagliando la possibilità sposare la causa granata.

3 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top