Ti trovi qui
Home > Apertura > Palermo, rinviata ogni decisione sulla turnazione idrica

Palermo, rinviata ogni decisione sulla turnazione idrica

PALERMO

Rinviata la turnazione idrica a Palermo, almeno per il momento. La decisione era stata presa dalla Regione a causa della scarsità di scorte negli invasi, dovuta a una stagione secca.

 Ad aggravare la situazione i guasti alla conduttura dell’acquedotto di Scillato risalenti al 2009 e che si sono via via aggravati fino a determinare lo stop dell’approvvigionamento. Al momento Palermo può tirare un sospiro di sollievo, ma solo temporaneamente. Sarebbe stato un colpo duro per la città, soprattutto con un preavviso di soli 5 giorni. Infatti, il sindaco Leoluca Orlando ha chiesto lo stato di calamità per l’allarme siccità che imponeva da domani la turnazione dell’acqua.

Al tavolo tecnico convocato proprio oggi dal sindaco Orlando e a cui erano presenti anche il vice sindaco e assessore alle Infrastrutture Emilio Arcuri e la presidente di Amap Maria Prestigiacomo, sono stati trattati alcuni argomenti molto importanti: rivedere i tempi di attuazione della turnazione idrica, promuovere una campagna di informazione e sensibilizzazione sul risparmio e l’uso oculato delle risorse e la risoluzione delle vicende alla base del problema idrico.

Così l’amministrazione comunale tramite una nota fa sapere che «i dirigenti del dipartimento hanno preso atto della richiesta del sindaco e delle valide motivazioni e che ogni decisione verrà rinviata al tavolo tecnico che avrà luogo il 12 gennaio».

02 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top