Ti trovi qui
Home > Apertura > Botti di Capodanno: il bilancio di tutti i feriti gravi

Botti di Capodanno: il bilancio di tutti i feriti gravi

Gli esplode un petardo e perde una mano e l’occhio sinistro. È accaduto a un 16 enne di Modica che è stato operato la notte scorsa all’ospedale Cannizzaro di Catania. È ricoverato nel reparto di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dopo essere entrato al trauma Center del Cannizzaro nella tarda serata di ieri. Nella notte è stato operato d’urgenza da un’équipe di chirurghi plastici e di oculisti. Il 16enne ha perso l’occhio sinistro e la mano sinistra, completamente dilaniata, mentre i sanitari hanno ricomposto la mano destra, gravemente compromessa. La ripresa della funzionalità dell’arto è ancora tutta da valutare.

E per botti di Capodanno ci sono 6 feriti a Messina. Il più grave è uomo di 62 anni che ha perso 4 dita di una mano per l’esplosione di una bomba carta: ricoverato in prognosi riservata al Papardo. Quattro feriti lievi per ferite a mani e volto sono stati soccorsi al Policlinico e uno è stato colpito all’occhio senza gravi conseguenze mentre proseguono le indagini dei carabinieri per la pallottola di una pistola che si è conficcata in una tapparella di un’abitazione nel quartiere di Camàro.

A Palermo ci sono quattro feriti e quattro a Siracusa. All’ospedale Civico di Palermo sono arrivati un uomo di 56 anni con una ferita alla mano destra e una prognosi di 10 giorni e un giovane di 23 anni. Le sue condizioni sono più gravi. Ha una prognosi di 40 giorni e si trova ricoverato in chirurgia plastica per una grave ferita all’arto. Al Policlinico è stato medicato un uomo di 63 anni. Anche lui con una ferita alla mano per i petardi.

Ricoverato anche un uomo di 37 anni con una prognosi di 40 giorni e a Lentini c’è chi ha subito la perdita del polpastrello di un dito della mano. A Siracusa un uomo di 64 anni ha perso tre dita della mano.

02 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top