Ti trovi qui
Home > Apertura > Gli “angeli” del volontariato Caritas

Gli “angeli” del volontariato Caritas

CATANIA

Da 250 pasti quotidiani a 400. Due anni a confronto. Due cifre che parlano da sé: dal 2015 al 2016 le famiglie che, ogni giorno, hanno chiesto un pasto alla Caritas di Catania, hanno chiesto aiuto sono aumentate e in modo esponenziale. E a fronte di un’esigenza, così evidente, c’è una risposta, quella dei volontari Caritas, che è costante. E che non si ferma certo il primo dell’anno. Oggi c’è il primo pranzo di questo 2017 appena inaugurato. Appuntamento all’Help Center. Qui i volontari daranno un pasto caldo a quanti hanno bisogno.
«La richiesta è cresciuta – dice Salvatore Pappalardo, referente Caritas diocesana Catania – oltre al lavoro quotidiano in mensa, ci preoccupiamo di offrire anche 70 pasti distribuiti per strada, la sera. E non solo cibo. Doniamo coperte, guanti, cappelli, sacchi a pelo. Nel 2016 abbiamo anche ricevuto 100 coperte dall’Osservatorio nazionale sul disagio nelle stazioni. Un dono prezioso, preziosissimo».
E tra le novità dell’anno appena passato c’è anche l’inaugurazione della mensa Caritas di via Dusmet, nel popoloso quartiere di Librino.
«In questa struttura, il sabato, offriamo il pranzo. Al momento riusciamo a garantire un solo giorno durante la settimana ma abbiamo in programma di integrare le giornate entro febbraio prossimo – continua Pappalardo -. Tra gli “ospiti” della struttura, il 50% delle famiglie che arriva qui è gente del posto, catanesi, e tra loro c’è chi ha anche figli, a volte piccolissimi. È tutta gente che ha perso il lavoro, che ha ricevuto sfratti, che non sa come mandare avanti  la famiglia, cosa portare a tavola. Non sa cosa mettere in pancia. L’età media di quanti si rivolgono a noi si aggira intorno ai 40, 50 anni. A questa età, qui da noi, è difficile, praticamente impossibile trovare un lavoro. E questo crea povertà». 

All’Help Center, la situazione non cambia molto: «La maggior parte di coloro che siede alla nostra mensa, all’interno dell’Help Center, dove garantiamo un pasto ogni giorno, é rappresentata da immigrati, circa il 60%, ma la restante parte è costituita da catanesi. Tra gli immigrati molti sono minori: ogni giorno si presentano dai 15 ai 20 minori che a volte non superano neppure i 13 anni d’età. Sono minori non accompagnati.
440 i volontari che lavorano in Caritas a Catania. Hanno dai 18 agli 81 anni. Un popolo di “angeli”. E tra loro ci sono anche disoccupati. «Quando possono e come possono ci danno un mano, ci dedicano un po’ del loro tempo. Li ringrazio tutti» – continua Pappalardo -.
«Intanto il 13, il 16 e il 20 febbraio al via il corso di formazione per volontari. Chiunque fosse interessano potrà telefonare allo 095 2161224, oppure scrivere alla mail segreteria@caritascatania.it»

01 gennaio 2017

Articoli Consigliati

Top