Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Contro l’Andria, Rigoli schiera un Catania a trazione anteriore

Contro l’Andria, Rigoli schiera un Catania a trazione anteriore

CATANIA

Una partita da vincere. Destino del Catania, soprattutto dopo l’imbarcata di Castellammare. La Fidelis Andria, l’ha detto anche Rigoli, è una squadra da prendere con le molle. La classifica in tal senso parla chiaro: i pugliesi hanno un punto in più dei rossazzurri e vengono da 12 risultati utili consecutivi. Ma comunque non ci sono alternative, gli etnei giocano per conquistare l’ottavo successo consecutivo in casa. Serve per il morale, per rilanciarsi in classifica e per affrontare sosta e mercato nel modo migliore.
In settimana, tre essenzialmente le pedine da sistemare per Pino Rigoli, considerate le squalifiche di Bastrini, Biagianti, Nava e Gil e il rientro di Bergamelli.
Chi al centro della difesa, chi a destra sempre nella retroguardia e, sulla base di queste scelte, se arretrare o meno Mazzarani, L’allenatore secondo quanto ha detto la rifinitura ha optato per un Catania a trazione anteriore. Dunque, Mazzarani a centrocampo con Bucolo e Scoppa. Di Grazia, di nuovo titolare, con Barisic e Russotto a comporre il trio offensivo.
Di Cecco a destra in difesa e Mbody che avrebbe vinto il ballottaggio per fare coppia con Bergamelli al centro del reparto arretrato. Djordjevic infine a sinistra con Pisseri in porta. Al Massimino arbitrerà Marchetti di Ostia.

Articoli Consigliati

Top