Ti trovi qui
Home > Apertura > Gela, oggi esame autoptico sulle bambine avvelenate con la candeggina

Gela, oggi esame autoptico sulle bambine avvelenate con la candeggina

CALTANISSETTA

Gela. L’esame autoptico sul corpo di Maria Sofia e Gaia verrà eseguito oggi. A stabilirlo è stato il procuratore di Gela Fernando Asaro che coordina l’inchiesta sulla morte delle due bambine di 9 e 7 anni.

Ieri, in tarda mattinata, la madre Giuseppa Savatta di 41 anni le ha uccise nella loro abitazione a Gela, avvelenandole con la candeggina. La donna, secondo quanto hanno riferito alcuni vicini di casa, soffriva di crisi depressive. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, Giuseppa Savatta ieri avrebbe fatto bere alle due figlie il liquido e poi lo avrebbe ingerito anche lei dopo essersi provocata alcune ferite.

Subito dopo avrebbe chiamato il marito, Vincenzo Trainito, un ingegnere di 48 anni e insegnante in un istituto privato della zona e avrebbe tentato di gettarsi dal balcone della propria abitazione, al secondo piano di un edificio di via Passaniti. Ma il marito è riuscito a salvarla e adesso Giuseppa Savatta è ricoverata all’ospedale Vittorio Emanuele di Gela, dove è tenuta in osservazione medica.

La donna è piantonata dalla Polizia perché in stato di fermo e oggi verrà interrogata mentre il marito è stato sentito fino a notte fonda nei locali della Procura.

28 dicembre 2016

 

Articoli Consigliati

Top